Mon05252020

Last update04:23:33 PM GMT

Back operazioni GPG interventi delle guardie BRINDISI:CORONAVIRUS: BRINDISI, AGGRESSIONE A VIGILANTE E POLIZIOTTI PER INGRESSO IN SUPERMERCATO, 3 DENUNCE

BRINDISI:CORONAVIRUS: BRINDISI, AGGRESSIONE A VIGILANTE E POLIZIOTTI PER INGRESSO IN SUPERMERCATO, 3 DENUNCE

CORONAVIRUS: BRINDISI, AGGRESSIONE A VIGILANTE E POLIZIOTTI PER INGRESSO IN SUPERMERCATO, 3 DENUNCE

Brindisi, 18 mar. (Adnkronos) - Hanno cercato di entrare nel supermercato Eurospin nel Brin Park di Brindisi senza rispettare il flusso regolamentato per contrastare la diffusione del virus Covid-19, ma sono state fermate dalla guardia privata in servizio. Alle due donne, P.R., 50 anni, e P.T., 21, quest'ultima con la figlioletta di 3 anni, è stato detto di attendere che uscisse un cliente che si trovava all'interno per poi accedere una alla volta. Per tutta risposta hanno inveito contro l'agente della vigilanza privata e lo hanno insultato, in stretto dialetto brindisino, affermando che facevano quello che volevano senza accettare disposizioni da alcuno. Così il vigilante ha chiesto l'intervento di un equipaggio delle volanti che era da quelle parti. Gli agenti hanno spiegato ai clienti in attesa, quindi anche alle due donne, che necessariamente l'ingresso per fare la spesa doveva essere regolamentato: quindi, vedendo che gli animi erano tranquilli, sono andati via in auto. Non erano ancora ripartiti che la stessa guardia li ha richiamati dicendo che le due donne erano, di forza, entrate nel supermercato. Individuate all'interno del negozio le sono state fatte uscire e sono state identificate e denunciate. A quel punto è intervenuto anche S.D. di 23 anni,, figlio di P.R. e compagno di P.T., che si è avvicinato con atteggiamento minaccioso ai poliziotti, ingiuriandoli e minacciandoli di morte. Stava per essere bloccato ma la madre S.D. si è frapposta tra lui e i poliziotti, li ha spinti in modo da farlo fuggire. Durante la fuga avuto anche il tempo di minacciare di morte la guardia giurata che nel frattempo era uscita dal locale. L'uomo è stato deferito in stato di libertà per minaccia grave a pubblico ufficiale, oltraggio e resistenza; la madre, P.R, è stata deferita per oltraggio e resistenza e per inosservanza delle norme dell'autorità. Fonte Adnkronos 18-MAR-20