Sat11182017

Last update04:19:57 PM GMT

Back Cronaca Cronaca nazionale Assalti Caveau Catanzaro, assalto al caveau con 4 milioni di euro: muro sfondato con ruspa e auto bruciate per coprire la fuga

Catanzaro, assalto al caveau con 4 milioni di euro: muro sfondato con ruspa e auto bruciate per coprire la fuga

  • PDF

Catanzaro, assalto al caveau con 4 milioni di euro: muro sfondato con ruspa e auto bruciate per coprire la fuga

Lunedì 5 Dicembre 2016

Un commando di una quindicina di persone ha assaltato nella tarda serata di ieri il caveau della società di trasporto valori Sicurtransport in località Profeta nel comune di Caraffa, nel catanzarese, sfondando il muro con una ruspa ed impossessandosi di una cifra non ancora quantificata ma ingente. Nel caveau erano custoditi 4 milioni di euro, ma non tutti sono finiti nelle mani dei banditi. Per coprirsi la fuga i banditi hanno anche ostruito le strade di accesso alla zona con delle auto che sono state incendiate e con chiodi sull'asfalto. Sulla rapina - di cui parla la stampa locale - indaga la squadra mobile di Catanzaro.

I banditi, secondo una prima ricostruzione della polizia, sarebbero fuggiti a bordo di un'auto e due furgoni. Le guardie giurate che erano presenti nel deposito, visto quanto stava accadendo, si sono nascoste in una stanza dando l'allarme per telefono. Poliziotti e carabinieri, però, giunti sul posto, hanno trovato le strade ostruite dalle auto in fiamme ed è stato necessario l'intervento dei vigili del fuoco. Il sospetto degli investigatori è che possa trattarsi di un gruppo proveniente da fuori regione. In passato rapine analoghe sono state compiute in Puglia ma allo stato non ci sono elementi per far propendere gli investigatori verso una pista piuttosto che un'altra.

Sono orientate in tutte le direzioni le indagini della squadra mobile, coordinate dalla Procura della Repubblica di Catanzaro, per cercare di risalire ai componenti del commando. Sul luogo dell'assalto sono al lavoro i tecnici della polizia scientifica per i rilievi, nella speranza di trovare un indizio che possa mettere gli investigatori sulla strada giusta per risalire ai rapinatori. «Stiamo lavorando in stretto contatto con la polizia giudiziaria, stiamo effettuando attività» è stato il breve commento del procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri. La banda, secondo la ricostruzione degli investigatori, ha agito con rapidità e precisione. Un colpo, quello messo a segno, che ricorda analoghe rapine compiute in Puglia. Ma la banda ha agito anche mostrando di conoscere dove andare a colpire. Ed è anche su questo aspetto che la polizia sta concentrando le proprie attenzioni per capire chi possa avere fornito descrizioni dettagliate ai banditi, nel caso venissero da fuori regione. E chi ha rubato i mezzi - in tutto una decina - che poi sono stati incendiati sulle vie limitrofe per ritardare l'intervento delle forze dell'ordine.

Fonte:IlMessaggero>>>

 

VIDEO

i video del Savip.

FOTO

Le foto del Savip.

Sentenze Savip

sentenze del Savip

CCNL

Contratto nazionale.

Blog »

Il Blog del SAVIP