Mon11202017

Last update09:22:47 PM GMT

Back Home

ROMA: IL CASO Maxi truffa «ungherese» all’istituto di vigilanza

  • PDF

Per ottenere un finanziamento da 10 milioni di euro, l’agenzia di vigilanza romana Centro logistico sicurezza e trasporto valori ne ha versati 60mila euro a una banca di diritto ungherese, che poi quel finanziamento non l’ha più erogato.

Ora sono imputati con l’accusa di truffa Antonio Morrone, che si era presentato come presidente di Uvb-Banco Zrt, Ugo Gervasi, risultato coinvolto nell’ambito dell’operazione "Principe di Braganza" della Guardia di Finanza di Varese, e Gianni Petrocchi, ex assessore del Comune di Guidonia.

L’indagine parte da una denuncia presentata dal legale rappresentate della Clstv, Roberto Di Angelo, che già nel 2010 aveva provato a «ottenere mezzi finanziari a sostegno della difficile gestione dell’operatività societaria» rivolgendosi a un sedicente consulente italiano residente in Francia. Pur avendo avuto un’esperienzane.